Loading…

Le isole napoletane

Nisida, Ischia e Procida, le isole in front' a Napul'

By AmalfiCoasting


Ai turisti che vogliono rilassarsidopo alcuni giorni a Napoli,  consigliamo una visita nelle isole del Golfo, Nisida, Procida e Ischia. Un lungo week-end è ideale per godersi le bellezze di queste tre isole.

Piccola isola di origine vulcanica dell'Arcipelago delle isole Flegree, Nisida è a pochi chilometri al largo della punta di Capo Posillipo, a nord di Napoli. Il suo nome deriva dal greco e significa "piccola isola". Quasi circolare, con un cratere inondato che forma la baia di Porto Paone, Nisida è collegata alla terraferma da un ponte in pietra.

Lucio Licinio Lucullo e Marco Iunio Brutovi  avevano le loro ville. Nelle sue lettere, Cicerone parla di una sua visita nell'isola a Bruto.Fu inquella villa che la moglie di Bruto, Porcia, figlia di Catone l'Uticense, si  suicido'. Alcuni sostengono che resti archeologici di una villa romana sono proprio quelli della villa di Bruto.

Nel 19° secolo, Nisida fu sede di una prigione che guadagno' notorietà quando William Ewart Gladstone scrisse le sue due Lettere al conte di Aberdeen nelle quali accuso' lo Stato borbonico per le drammatiche condizioni dei carcerati. In quelle lettere, Gladstone conio' la famosa descrizione del Regno delle Due Sicilie come "la negazione di Dio eretta a sistema di governo. "

Durante la Seconda Guerra Mondiale, l'isola fu occupata dall'esercito britannico e nuovamente utilizzata a fini detentivi.

I collegamenti tra l'isola e la Gran Bretagna pare siano iniziare nel 7° secolo, con Adriano, l'abate di Canterbury, un berbero di lingua greca che fu abate di un monastero vicino a Napoli che nein documenti storici e' chiamato monasterium Niridanum.

Procida è un'altra delle isole Flegree al largo della costa di Napoli, tra Capo Miseno e l'isola di Ischia .

Il suo nome deriva probabilmente dal nome latino Prochyta, che che significa 'nei pressi di Cuma'. Secondo un'altra teoria, invece, Prochyta deriva dal greco prokeitai. Il centro città con le sue strade strette è un modello di "architettura popolare" dei secoli passati. Vale la pena visitare, in particolare, l'Abbazia di San Michele Arcangelo, che ha avuto un ruolo centrale nella storia religiosa e culturale dell'isola. Sorge sul promontorio di Terra Murata . Due spiagge da segnalare sono quella di Pozzo Vecchio (vista nelle scene del film "Il Postino") e Chiaiolella (la più popolare dell'isola).

A circa una mezz'ora da Procida, l'isola di Ischia è la più grande delle isole campane. Morfologicamente diversa, accoglie circa 6 milioni di visitatori ogni anno.

Ischia Ponte è il suo suggestivo centro storico caratterizzato da antichi viuzze, mentre Ischia Porto è un piccolo villaggio di pescatori.

Il Castello Aragonese, costruito dal tiranno Gerone di Siracusa nel 474 a. C. AIschia Ponte, è il monumento più visitato dell'isola.Una volta in cima , assicuratevi di non perdere la Cattedrale di Santa Maria Assunta, dove, nel 1509, Ferrante d'Avalos e Vittoria Colonna scambiarono i loro voti. All'interno si trova una cripta con affreschi dei pittori della scuola di Giotto.

Con molti di sorgenti naturali , Ischia è conosciuta per i suoi parchi termali e centri benessere .

Guarda il video sulle tre isole napoletane